2018 by Alessandra Saltini - Studio Quintessenza P.iva 03554580369 - Codice Deontologico - Privacy 

Studio Quintessenza di Alessandra Saltini

Viale Nicolò Biondo 15/A

41012 Carpi (Mo)

Tel 338 4284162

email: quintessenza.naturopatia@gmail.com

  • Alessandra

Autostima: 5 esercizi indispensabili per migliorarla!

Aggiornato il: 14 nov 2018



NON VALGO ABBASTANZA!!
NON MI PIACCIO!!
NON SARO' MAI CAPACE!!

Alzi la mano chi non ha mai pensato o pronunciato una di queste frasi?

Se non l'hai alzata, forse hai problemi di bassa autostima! L'uomo è l'unico essere vivente in grado di disprezzarsi, è l'unico a possedere un “io” che si misura, confrontando se stesso e le proprie esperienze, con quelle degli altri. Purtroppo questo ci induce a pensare che la nostra felicità dipenda da fattori esterni, portandoci a cercare fuori, ciò che in realtà sta dentro di noi. La nostra autostima, risulta così vincolata al raggiungimento di determinati obiettivi: una bella casa, una bella macchina, avere successo nel lavoro, essere corteggiati. Quando gli obiettivi non vengono raggiunti, perdiamo fiducia in noi stessi e non ci sentiamo degni di stima. Spesso ci preoccupiamo più di piacere agli altri che a noi stessi e ci caliamo via via nel ruolo che altri ci assegnano.

Prova ad occuparti di te stessa, PER te stessa e prova a fare qualcosa per piacere a TE stessa. Leggi e scopri come!!

MIGLIORA LA TUA AUTOSTIMA

CON QUESTI SEMPLICI ESERCIZI 1- Stare nel presente


La scarsa autostima può provenire da qualcosa che ci è successo nel passato, oppure da qualcosa che temiamo di non poter raggiungere nel futuro. Devi decidere di stimarti ADESSO, non conta ciò che è stato e ciò che potrebbe succedere, viviamo in un solo tempo che è quello presente. Prova a fare questo esercizio: “pensa che questo è l'unico istante che stai vivendo, esiste solo l'istante..., solo l'adesso... ogni attimo è unico... l'istante si allarga... conta solo quello che stai facendo adesso, in questo momento... esiste solo questo istante!” Prova a pensare a questo, in qualche momento della giornata, ad esempio mentre bevi un caffè: esiste solo quell'istante, tu che bevi il caffè, fermati... senti il profumo del caffè... senti il rumore del cucchiaino contro la tazzina... assapora a pieno il gusto del caffè... conta solo quello che stai facendo adesso... esisti solo tu in questo istante! Puoi provare anche mentre ti lavi le mani: l'istante si allarga... senti l'acqua che scorre sulle tue mani... il profumo e la morbidezza del sapone... conta solo quello che stai facendo adesso... Più spesso farai questi esercizi, più imparerai a stare nel presente, né prima, né dopo, qui e ora! 2 – Il vestito più bello


Domattina non indossare la prima cosa che ti capita o la più comoda, indossa il tua abito più bello! Pettina bene i tuoi capelli e truccati un po' più del solito! Il vestito esprime il tuo modo di essere, quindi domani fatti bella per te stessa! Non importa dove devi andare o chi devi incontrare, fallo per te stessa, indossa l'abito più bello e la tua giornata migliorerà! 3 - La contraddizione


“COERENZA” ecco una parola molto utilizzata, generalmente nella sua accezione positiva, e sicuramente in molti casi lo è. Attenzione però che quando ci imponiamo troppo di essere coerenti con l'immagine di noi stessi, con i nostri “principi” con il nostro “ruolo”, potremmo limitare la nostra creatività, la nostra personalità. Perché è vero che siamo in un modo, ma siamo sicuramente anche l'opposto, quindi tendiamo a sopprimere quella parte di noi che non siamo abituati a mostrare, a favore di quella che tutti conoscono e che ci identifica in un determinato ruolo.

Prova a fare questo esercizio: Ogni tanto sii incoerente! Rompi il principio di non contraddizione! Non è necessario fare grandi cose, basta provare sulle piccole azioni quotidiane: prova a cambiare strada per andare al lavoro prova ad invertire i gesti che fai al mattino: se sei abituata a fare colazione prima di vestirti, prova a fare il contrario se sei tendenzialmente abituata a vincere, oggi prova a perdere... diventa cedevole, arrendevole se sei troppo spesso “una persona seria”, prova ad essere divertente, cerca di scherzare e non prenderti troppo sul serio pensi solo al lavoro? Oggi prova a pensare a te stessa, prenditi qualche ora per fare ciò che ti piace. Ti accorgerai che sei molto altro del ruolo che rivesti e in cui ti sei calata e che l'autostima nasce nel poter essere anche il contrario di ciò che normalmente sei.

4 - Elimina queste parole dal tuo vocabolario:

io sono così... perché... se...


Io sono così...

Abbiamo visto che la contraddizione può aiutare a migliorare l'autostima, quindi autodefinirsi, dire “io sono irascibile... introversa... timida... sensibile...” o qualsiasi altro aggettivo che ti definisca, non fa altro che descrivere una sola componente di ciò che sei. Se tu ti autodefinisci “timida” finirai sicuramente per comportarti da timida, nascondendo sempre più fino a farlo sparire il tuo lato più estroverso e sfrontato. Eliminare dal tuo vocabolario la frase “io sono così...” è un importante passo sulla via per l'autostima.

Perché?

Perché mi è successo questo?... Perché mi sento così?... Perché nessuno mi capisce?... Perché, perché perché??? Quante volte al giorno ti fai questa domanda? Smettila!!

Avere la pretesa di poter spiegare tutto ciò che ti succede è frustrante e inutile. Capire il perché del proprio malessere, non risolve nulla, piuttosto è importante imparare a convivere con il NON capire.

Elimina dal tuo vocabolario la parola “perché?”

E se...

Un detto popolare recita

"se mio nonno avesse le ruote, sarebbe una carriola" Il se crea un alibi, una scusa: “se non fosse successa quella cosa, non avrei questo problema...”, “se tu mi volessi più bene, non mi sentirei sola...”.

Il condizionale ti porta in un tempo che non esiste, nel passato o nel futuro, ma abbiamo visto che dobbiamo vivere il presente. Quindi ciò che è stato ti ha portato ad essere ciò che sei, ed è inutile fare ipotesi su ciò che saresti se le cose fossero andate diversamente. Ciò che sarà non lo puoi sapere.

Vivi nel presente ed elimina dal tuo vocabolario le parole se e ma!

5 – Non pretendere che gli altri cambino


Non sono solo gli altri a far pressione su di te, in modo che tu diventi ciò che vogliono loro, spesso anche tu fai la stessa cosa, cioè pretendi che gli altri soddisfino le tue aspettative, diventando ciò che tu vuoi. Ricordati che tu non puoi cambiare altro che te stessa, casomai gli altri possono cambiare in conseguenza ad un nuovo atteggiamento che tu assumi verso di loro.

Non pretendere che la stima ti arrivi da fuori se tu non stimi te stessa.

Non dipende dagli altri, dipende da te!


Ripeti a te stessa ogni giorno:

“Io valgo! Mi piaccio!

Sono capace!”e, con un po' di buona volontà, la tua autostima migliorerà! (fonte Riza Psicosomatica)

65 visualizzazioni
  • Facebook Icona sociale