2018 by Alessandra Saltini - Studio Quintessenza P.iva 03554580369 - Codice Deontologico - Privacy 

Studio Quintessenza di Alessandra Saltini

Viale Nicolò Biondo 15/A

41012 Carpi (Mo)

Tel 338 4284162

email: quintessenza.naturopatia@gmail.com

Cherry Plum (Susino asiatico)

Fiore di derivazione
Fiore per la paura

“Per quelli che temono di avere la mente sovraffaticata, di perdere la ragione e compiere azioni spaventose e terribili, che non desiderano compiere sapendo che sono sbagliate; tuttavia il pensiero vi ritorna e provano l’impulso di farlo.”.

                                                                     Edward Bach

La psicologia Cherry Plum - La pentola a pressione
Paura e terrore che la mente perda il controllo, disperazione, paura di impazzire.
La paura di Cherry Plum è molto specifica ed è la paura di perdere il controllo di se stessi e di fare qualcosa di orribile, come far del male a qualcuno oppure a se stessi.

Persona ipersensibile, si sente estraneo e diverso, sempre fuori luogo. Meticoloso e preciso. Vive in un continuo stato di autocontrollo, temendo di impazzire.

Esercita su di sé un forte autocontrollo ma per questo si sente come una pentola a pressione, una polveriera pronta ad esplodere.

CHERRY PLUM

Dona fiducia nelle proprie facoltà mentali e aiuta ad esserne padroni consapevolmente.

Aiuta a sciogliere i blocchi ai quali ci si è abituati, lasciando spazio ai sentimenti.

Favorisce la spontaneità e il recupero della propria energia.

Anche persone sottoposte a situazioni di forte stress possono avere beneficio dall'assunzione di Cherry Plum. Oppure può alleviare le frustrazioni scaturite dal mancato conseguimento di un obiettivo e di conseguenza aiutare nel raggiungerlo (come per esempio quando si vorrebbe seguire una dieta, ma non si riesce ad essere costanti).

UTILIZZO TRANSPERSONALE DI CHERRY PLUM

Caos, perdita di controllo

Schizzofrenia, anoressia, bulimia, tossicodipendenze

Morbo di Parkinson - Aritmie cardiache

In ogni caos c’è un cosmo, in ogni disordine un ordine segreto”.

 

Carl Gustav Jung

  • Facebook Icona sociale